Le serie TV da vedere nel 2020

Qualche giorno fa ho chiesto su Instagram un consiglio per una bella serie TV.

Ne sono arrivati tantissimi, e visto che evidentemente l’argomento è interessante, ve li riporto qui.

Da vedere con i figli:

Modern Family: adorabile, divertente, frizzante. Da vedere assolutamente (attenzione solo alle giornate sul Natale, a mio avviso ci sono alcune allusioni eccessive, che un bimbo di 8 anni può tranquillamente cogliere. Ma potete saltare tranquillamente.)

Una serie di sfortunati eventi: (a me non è piaciuta e ho mollato)

Glee

Stranger Things (dai 9 anni, un po’ horror, ma i miei figli l’hanno adorata)

La casa di Carta: anche qui a seconda di come sono i bambini, c’è qualche segna hot, ma nulla di volgare, e diverse parolacce, un po’ di violenza ma non esagerata. Per i miei figli è la serie preferita.

Per i genitori

SERIE VINTAGE

Sono serie vecchie, ma se non le avete viste vi consiglio di recuperarle al più presto.

I Soprano (sky): la madre di tutte le serie moderne. Tratta della mafia italo-americana, è davvero ben fatta, interpreti spaziali, consigliatissima.

Breaking Bad (netflix) : non l’avete vista? Ma sul serio? Non esiste, DOVETE recuperare!!

The wire: altra serie molto vecchia, ma davvero ben fatta.

Misfits: tratta di un gruppo di ragazzi disagiati che si sono trovati all’improvviso con dei poteri sovrannaturali. Per nulla il mio genere, eppure l’ho adorata.

Dexter: l’ho snobbata a lungo, poi ho iniziato ed è stato amore.

Homeland: serie di spionaggio, le prime stagioni magnifiche, poi mi sono scocciata. Guardate almeno le prime due, merita.

Mad Man: ambientata nel mondo dei pubblicitari anni 60, eleganza, tanto alcool, tanto fumo. Si entra davvero nell’atmosfera dell’epoca. Non ci sono particolari colpi di scena, ma è talmente ben scritta che non vi stancherà.

RECENTI

Peaky Blinders: la prima volta l’ho abbandonata dopo due puntate, poi l’ho ripresa e mi chiedo come avessi fatto a non appassionarmi. Il protagonista è da strapparsi le vesti, una sensualità pazzesca.

Sherlock: il tema è ovvio, gli attori top, da vedere.

Game of Thrones: un’altra serie che non era il mio genere, poi iniziate e non riuscite più a staccarvi. Peccato per l’ultima disastrosa stagione.

The Deuce: new york, anni 70, una via malfamata e il mondo nascente dei video porno. Va vista anche solo per quel gran figo di James Franco

11.22.63: vedi sopra, va vista perchè c’è Franco 🙂 (tratta da un libro di King, sull’assassinio di JFK)

Narcos: ovviamente si parla di trafficanti di droga, in primis Pablo Escobar. Da vedere.

Vynil: serie sul mondo della discografia, purtroppo non ha avuto un seguito, ma era molto carina.

Babylon Berlin: serie ambientata nella Berlino degli anni 20 (e a seguire), un po’ onirica, va vista anche solo per l’ambientazione, splendida.

Downtown Abbey: più per un pubblico femminile, a tratti un pochino troppo soap opera, ma un gioiellino di eleganza e delicatezza, i vestiti sono semplicemente spettacolari.

Big Little Lies: bugie, intrighi e intrecci in un quartiere residenziale americano. Brave attrici, scorre veloce, ma a mio avviso non è la serie del secolo, ecco. Anche questa più da serata senza mariti.

Fargo: ogni stagione cambia l’anno di ambientazione, ma con personaggi collegati. Bella.

Unorthodox: miniserie di sole sei puntate, tratta il tema degli ultraordossi, interessante.

Gomorra: non c’è molto da aggiungere, no?

Suburra: sempre criminalità all’italiana. Bella.

True detective: i personaggi cambiano ad ogni stagione, nella prima c’è Matthew McConaughey, e ho detto tutto.

The Affair: la classica storia di corna, che assume connotati inquietanti. Originale il fatto che ogni puntata sia proposta dal punto di vista di diversi personaggi. Perde un po’ con le stagioni, a mio avviso.

This is Us: la storia di una famiglia, genitori perfetti, figli molto imperfetti. Meravigliosa, per le prime due stagioni si piange no stop.

El Chapo

Scandal: boh, a me non piace, vedete voi :-).

Prison Break: appassionante, ma tirata troppo in lungo.

Boardwalk Empire: scritta bene, girata bene, attori bravissimi.

Deadwood: gangter nel west, vista volentieri

Masters of Sex: la serie sui pionieri degli studio sulla sessualità. Io mi sono scocciata dopo un po’, comunque itneresante, un po’ hot.

LE SERIE PIU’ SEGNALATE (MA CHE NON HO VISTO)

Vi elenco anche quelle che mi sono state suggerite ma non ho visto, senza commento.

Le regole del delitto perfetto

The Umbrella Academy

The Marvelous Mrs Maisel

The Handmaid’s Tale

Shameless

Lucifer

Billions

Walking Dead

Black Mirror

Tredici

Atypical

TUTTE LE SEGNALAZIONI

Yellowstone

Emily in Paris

Marvel’s Daredevil

Hill House

Luther

The sinner

Il colore delle magnolie

Son of anarchy

Man in the high

Castel

Vis à Vis

Working Moms

Designate Survivor

Suits

Rita

Salf Made

Le Ragazze del centralino

The boys

Cobra kai (questo è una sorta di sequel di Karate kid, con gli stessi protagonisti. Da vedere anche con i figli grandicelli, mi dicono)

Little fires everywhere

Brooklyn 99

The society

The Americans

Westworld

Nip & Tuc

Fringe

Orphan Black

Orange is the new black

Killing Eve

Sense8

Ne ho viste talmente tante che sicuramente scordo qualcosa, se avete da aggiungere o commentare lanciatevi!

E buone serate autunnali !

Eitchette adesive
Written By
More from Morna

Bambini e videogiochi: le preoccupazioni dei genitori

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailEterno dilemma dei genitori: fingere che videogiochi console, tablet non esistano...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.