Come migliorare la postazione di lavoro in casa e la produttività

sedia da ufficio

Uno dei tantissimi aspetti che abbiamo visto cambiare radicalmente, da un anno e mezzo a questa parte, è il modo di lavorare. La pandemia ha generato una rivoluzione copernicana: niente più tragitti casa-ufficio su mezzi congestionati o su strade piene di traffico (con relativo accumulo di stress indesiderato), niente più cibo discutibile nella mezz’ora di pausa pranzo, niente pause-caffé alle macchinette con i loro intrugli da “bevanda al sapore di caffè”. Già, tanti di noi hanno ormai fatto l’abitudine allo smart working: in fondo che ci vuole? Bastano un computer con una connessione internet e una sedia da ufficio confortevole e il più è fatto, con la comodità del trovarsi a casa propria. Poter dunque risparmiarsi il tragitto casa-lavoro e in molti casi persino dover scegliere un abbigliamento formale (tanto, le video chiamate risolvono il problema dei meeting e delle riunioni).

Non tutti, però, hanno una casa attrezzata per poter lavorare in maniera smart senza andare in ufficio. Leggete allora le prossime righe, nelle quali proviamo a indicare una serie di strumenti e soluzioni che trasformeranno la tua scrivania in una perfetta postazione per lavorare e aumentare la produttività.

LUCE, ARIA E COMODITA’, I SEGRETI PER UNA POSTAZIONE DI SUCCESSO

Se ci pensiamo un secondo, la prima parola che ci viene in mente, domandandoci come svolgere al meglio il nostro lavoro, è comfort. Per questo, la comodità deve necessariamente essere il primo punto da tenere presente nell’organizzazione di una postazione di lavoro in casa. Di conseguenza, cerchiamo di trovare un posto in buona esposizione per quanto riguarda la luce e l’areazione. Una finestra vicina è naturalmente la soluzione migliore, ma è importante che ci sia una illuminazione calda e rilassante anche in inverno. Attenzione: il troppo stroppia, e troppa luce (per esempio proveniente da tastiere retroilluminate) può essere di disturbo.

E poi c’è il comfort: scegliete, se già non l’avete, una sedia da ufficio di quelle regolabili e con una seduta comoda, per evitare disturbi alla schiena dovuti alla postura scorretta.

ACCESSORI: UTILISSIMI, ALTRO CHE SUPERFLUI!

Lavorare da casa significa usare computer e internet. Diamo per scontato che abbiamo tutti la possibilità di lavorare con device adeguati e con una connessione internet non ballerina. Ma ciò non basta, e per questo è importante che siamo forniti di qualche altro strumento che, lungi dall’essere semplicemente un accessorio, possa migliorare e rendere più comoda la nostra performance lavorativa. Connettori USB multipli, blocchi prendiappunti e naturalmente penne di vario tipo (come quelle con la punta per scrivere direttamente su video) possono rendere molto più veloci e produttive le nostre giornate di lavoro.

Ancora: capitolo scrivania. Qui non c’è da prendere alla leggera. Occorre dotarsi di un tavolo funzionale e senza fronzoli, ma che magari abbia di serie l’alloggiamento per il PC. E una volta trovatolo, non affollatelo di troppi oggetti ma cercate di essere razionali e posarvi sopra solo ciò che vi serve, ma anche uno o due gadget che ti facciano sentire bene (basta una foto, per dire).

E infine, il consiglio più importante: lavorare, sì, ma il benessere è fondamentale. Perciò, stiamo bene attenti a tenere ben distaccata la giornata lavorativa dalla vita in casa. Può sembrare una banalità, ma tutti sappiamo che lo smart working rende meno semplice questa distinzione: stiamoci attenti!

More from 50sfumaturedimamma

Chi festeggia la Befana con noi?

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailIl Natale per me non è niente di che, l’ho sempre...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.